English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
Vicenza, 14 marzo
1771
Lunedì - - sbagliato! Martedì 12 abbiamo lasciato Venezia. Abbiamo fatto credere a tutti che saremmo partiti lunedì per avere un giorno libero e poter fare i bagagli in pace; solo che la cosa si è comunque venuta a sapere e a mezzogiorno abbiamo dovuto pranzare da Sua Ecc. Catarin Cornero, dove abbiamo ricevuto una bella tabacchiera e 2 paia di preziosi polsini di pizzo come regalo d`addio. Siamo salpati dunque il 12; ho preso un Borcello privato, e il sig. Wider, sua moglie, le 2 figlie Catharina e Rosa e il Sgr. Abbate hanno viaggiato con noi fino a Padova. Hanno portato con sé cibo e bevande e tutto il necessario, e abbiamo cucinato e mangiato sulla barca. Il 13 siamo rimasti a Padova, prendendo alloggio nel Pallazzo del Gentiluomo Pesaro.
Il 14 io sono partito per Vicenza e loro sono ritornati a Venezia. A Padova abbiamo visitato tutto ciò che era possibile vedere in un giorno, dato che anche qui non abbiamo avuto pace e il Wolfg. ha dovuto suonare in 2 posti. Ha ricevuto tuttavia anche un incarico: deve comporre un Oratorium footnote1 per Padova che potrà fare con comodo. Abbiamo fatto inoltre visita a p. Maestro Vallotti al Santo e poi a Ferrandini, presso il quale ha anche suonato; e per finire ha suonato l`ottimo organo nell`incomparabile chiesa di S. Giustina. Domani, il 15, restiamo qui a Vicenza e non senza motivo. Il 16, se Dio vuole, andremo a Verona, dove ci fermeremo senza dubbio per 3 giorni e da dove non partiremo quindi prima del 20. Il 20 sono intenzionato a mettermi in viaggio per Rovereto, per proseguire poi il più velocemente possibile. Il Venerdì Santo visiteremo i santi sepolcri a Reichenhall e, proseguendo da lì, a Mülln, e forse arriveremo per l`Alleluia del sabato santo. Ma se nulla ci tratterrà lungo la strada, può darsi che arriveremo già giovedì. Forse potrò darti ancora notizie più precise da qualche altro posto. Ho ricevuto la tua lettera con il grande sigillo. footnote2 Ho saputo che c`era una lettera con un gran sigillo ancor prima di vederla, e ho fatto 1000 ipotesi in merito, giacché immaginavo che si trattasse di una missiva di grande riguardo.

Verona, il 18

L`altro ieri sera siamo giunti qui. Dopodomani ripartiamo, quindi, considerando che soggiorneremo un po` qua e un po` là, arriveremo il pomeriggio o la sera del Venerdì Santo. Ho ricevuto oggi da Venezia la tua lettera con l`allegato del sig. Schittenhofen insieme con la lettera di v. Wider. footnote3 Ieri abbiamo parlato con il sig. Kerschbaumer, che riverisce i suoi cari genitori, è in salute e sta bene; è venuto con noi dal sig. Lugiato, presso cui alloggiamo, dove ha visto la bella compagnia venuta per sentire suonare il Wolfg. e si è messo quindi fra gli ascoltatori prendendo parte al trattenimento. Si recherà a Venezia e, se insieme con i miei omaggi posso dare un suggerimento al sig. Kerschbaumer, deve affidarlo al sig. Johann Wider; lo consiglio da persona onesta che sa cosa può giovare o nuocere ai giovani, specie a Venezia, il più pericoloso luogo d`Italia. Ieri ho ricevuto una lettera da Milano, in cui mi si annuncia una missiva proveniente da Vienna che riceverò a Salisb. e che vi colmerà di meraviglia, recando a nostro figlio un onore imperituro. footnote4
Questa lettera mi ha portato un`altra piacevolissima notizia. footnote5 Statemi tutti bene, vi baciamo cento e 100 000 volte e sono sempre il tuo vecchio Mzt

I nostri omaggi a tutti gli amici e le amiche, specialmente al tappezziere e al carpentiere.
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676