English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
Milano, 24
agosto 1771.
Siamo felicemente giunti qui mercoledì 21 corrente mese dopo le sette di sera; abbiamo trascorso tutto il lunedì dal Sgr. Lugiati a Verona, dove ti ho scritto una lettera, footnote1 che avrai senza dubbio ricevuto. Martedì siamo andati a Brescia dove, essendo arrivati alle 3 del pomeriggio, abbiamo dovuto trattenerci la notte per via di certi buoni amici footnote2 della famiglia Lugiati (ai quali ho consegnato qualche centinaio di fiorini da parte di Lugiato); e siamo ripartiti alla volta di Milano solo mercoledì mattina, facendo visita lungo la strada a uno speditore, un nostro conoscente di Canonica, dove abbiamo pranzato. Devo dirti che da Vienna non è ancora arrivato il libretto. Lo si aspetta con ansia tremenda, perché altrimenti non si possono approntare i costumi, gli addobbi e i cambiamenti etc. da fare in teatro. Il 15 octobris l`Arciduca arriverà a Milano, scenderà al Duomo e vi entrerà seduta stante per sposarsi, footnote3 poi ci sarà il baciamano seguito da una grande cena, e poi buona notte!
Il giorno dopo avranno inizio i festeggiamenti, di cui darò notizia a suo tempo; nel frattempo ho visto 20 000 libbre di candele di cera che sono già pronte per illuminare, il 15 ott., il Duomo, la corte etc. e altri luoghi.
Ieri abbiamo pranzato dal Sgr. Germani in compagnia del furiere di corte imp., sig. Zinner, il quale si recherà a Vienna tra 1 settimana, per poi tornare insieme all`Arciduca. Quando scrivi, puoi indirizzare la lettera direttamente a me e io la ritirerò alla posta, almeno finché non rientri il sig. von Troger, poi potrai scrivere:
Al Illmo Sgre. Pad.e Colend.mo il Sgr. D. Leopoldo Troger. Secretario Reggio del governo della Lombardia à Milano.
_______________
Il sig. maggiordomo Ferdinando Germani è diventato controlor dell`augusta coppia di fidanzati ed entrerà in servizio contemporaneamente all`arrivo della corte. Lui e lei vi riveriscono; come anche il sig. v. Aste e Madame. Conservatevi entrambe in salute, vi baciamo 100 000 000 di volte e, nel porgere i nostri omaggi a tutti gli amici e alle amiche, sono il tuo
vecchio
Mozart

AGGIUNTA DI MOZART ALLA SORELLA:

Dilettissima sorella!

Durante il viaggio abbiamo sofferto molto il caldo e la polvere ci ha sempre seccato con tale insistenza che sicuramente saremmo soffocati e venuti meno, se non avessimo avuto troppo buon senso per farlo. Da queste parti (dicono i milanesi) non è piovuto per un mese intero, oggi ha cominciato a gocciolare un po`, ma ora splende di nuovo il sole e fa di nuovo molto caldo. Quello che mi hai promesso (tu sai già cosa . . . . oh tu, tu mia carissima!) footnote4 fallo davvero, ti prego, te ne sarò certamente grato. Recentemente la Principessa ha avuto un eccessivo beneficio del corpo ossia la = = cacarella; per il resto non so nulla di nuovo. Scrivimi tu qualche novità. I miei complimenti a tutti i buoni amici e alle amiche, e bacio la mano alla mama. Sto scoppiando dal caldo! Ora mi strappo il corpetto di dosso. Addio. Sta bene.
Wolfgang

Sopra di noi c`è un violinista, sotto di noi ce n`è un altro, accanto un maestro di canto che dà lezione, nell`ultima stanza di fronte alla nostra c`è un oboista. È divertente per comporre! Fa venire molte idee.
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 242 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676