English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
Bologna, 6 ott. 1770.
Ho ricevuto oggi la tua lettera del 14 sett., footnote1 mentre me ne sarei aspettato piuttosto una del 28. La posta tirolese e quella italiana sono così puntuali, che le lettere restano ferme per 1 o 2 settimane. Siamo in città già da 5 giorni e abbiamo visto la festa di S. Petronio, footnote2 che si è svolta in modo incantevole e in occasione della quale c`è stato un concerto nella grandissima chiesa di S. Petronio, cui hanno partecipato tutti i sigg. Musici di Bologna. Eravamo intenzionati a partire per Milano lunedì o martedì. Ma c`è qualcosa per cui ci tratterremo fino a giovedì. Un qualcosa che, se dovesse realizzarsi, sarebbe per il Wolfgangerl un immenso onore. footnote3 Ho moltissimo da fare, e questa è la ragione per cui non posso scrivere alla sig.ra Hagenauer per il suo onomastico (come era mia intenzione), footnote4 ma devo invece pregarti di presentarle a nostro nome gli auguri, che entrambi le facciamo. Ho a stento il tempo di buttare giù questa lettera, e ora resterai sicuramente senza lettere per qualche giorno di posta, finché non ne arriverà una da Milano.
Il sig. P. Martino ha già ricevuto il libro. Siamo ottimi amici; ora il secondo volume della sua opera è pronto. footnote5 Porto con me entrambi i volumi. Andiamo tutti i giorni da lui e conversiamo sulla storia della musica.
Avete dunque avuto 3 concerti? footnote6 - - Buon pro vi faccia! - E noi, non ci avete invitati? - - Saremmo apparsi per incanto per poi volatilizzarci. I miei omaggi a tutti gli amici e le amiche, dentro e fuori casa, vi baciamo molte 10 000 000 000 di volte, e io sono il tuo vecchio
Mzt.

AGGIUNTA DI MOZART ALLA SORELLA:

Abbiamo ricevuto questa lettera in ritardo, giacché la posta italiana funziona in modo affatto irregolare, ma non importa. Sono molto contento che tu ti sia tanto divertita, vorrei esserci stato anch`io. Spero che la signorina Martha stia meglio. footnote7 Oggi ho suonato l`organo dai Domenicani. footnote8 Fai a mio nome gli auguri alla sig.ra Hagenauer e alla signorina Theresia e di` loro che mi auguro di cuore che possano ancora assistere al giubileo di p. Dominicus, footnote9 così potremo stare tutti allegramente insieme ancora una volta. Mi sembra che tu non abbia ricevuto la lettera nella quale avevo accluso una missiva per il sig. sigmund, footnote10 visto che non mi è arrivata alcuna risposta. Addio, stai bene, bacio la mano alla mama, i miei auguri a tutte le Theresl, e i miei complimenti a tutti gli altri amici e amiche dentro e fuori casa. Vorrei poter sentire presto le Pertelzkammersinfonien soffiando un po` in una trombettina o in un fifferino. footnote11 A Bologna ho udito e visto la grande festa di S. Petronio, è stata bella, ma lunga, e i trombettisti appositamente giunti da Lucca per la fanfara, hanno suonato in modo orrendo, addio,
Wolfg. Mozart
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 213 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676