English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
À Madame / Madame Marie Anne / Mozart / à / Salzbourg/ par Mantova
Bologna, 25 agosto 1770

Ti ho scritto il 21; e immagino che, se le lettere dirette in Germania restano ferme a Innsbruck così come avviene per quelle provenienti dalla Germania, allora ne riceverai 2 insieme. Siamo ancora in campagna, e, grazie a Dio, in salute: non ho quindi da scriverti alcuna novità.
Non devi prendertela se una mia missiva non dovesse arrivare puntualmente, perché, quando si è fuori città, spesso manca l`opportunità sia di scrivere lettere sia di mandarle alla posta. Frattanto scrivi ancora sempre e solo a Bologna benché nel momento in cui riceverai questa mia, noi potremmo già essere pronti per il viaggio. Abbiamo un tempo splendido: non fa né troppo caldo né troppo freddo. Dal momento che abbiamo avuto l`occasione di avere qui un p. domenicano, che è un tedesco di Boemia ed è sempre stato il confessore del sig. scultore, oggi abbiamo fatto le nostre devozioni nella chiesa parrocchiale, cosa che è stata tanto più comoda in quanto questo padre è venuto lì con noi, e in tutta la chiesa c`eravamo solo noialtri (perché i contadini hanno la messa per loro di mattina), ci siamo confessati e comunicati, poi abbiamo fatto insieme la via crucis e in seguito siamo ritornati tutti al castello, che dista solo 200 passi, dove, poco dopo, intorno alle 12, egli ha celebrato la solita messa e il rosario per i signori. Frattanto a Salisb. puoi farci fare un paio di belle aureole dorate: perché di sicuro torneremo a casa santi.
Il signor von Mölck mi ha onorato di una lettera. Io e il Wolfg. lo riveriamo e so che è troppo ragionevole per aversela a male con me per il fatto che non gli ho ancora risposto. Sa bene che in viaggio bisogna pensare a 1000 cose. Debito vecchio non è condonato e Meglio tardi che mai sono 2 proverbi che mitigano un po` la mia negligenza.
Il mio piede, o piuttosto i miei piedi vanno, grazie a Dio, bene. Dove c`era la ferita tengo tuttora una piccola fasciatura vicino al malleolo, ma più per precauzione che per necessità, poiché la sera il piede si gonfia ancora un po`, cosa che non sorprende, visto che durante il viaggio non ho potuto averne cura; e poi è stato fuori esercizio per 3 intere settimane, e inoltre si è spellato quasi tutto. Un sollazzo del genere non me l`auguro più, specialmente in viaggio: sebbene non me lo fossi augurato neanche questa volta.
Vado escogitando questo e quel mezzo per rendere il mio bagaglio più leggero, poiché sta diventando sempre più ingombrante, e per giunta a Milano ritroverò le molte cose che vi ho lasciato. Se da qui posso mandare qualcosa a Bolzano, lo farò per certo: ma ne dubito assai. Sono soprattutto i libri e le musiche, che aumentano visibilmente, a essermi di grande impaccio . footnote1 Non appena sarò a Milano, dovrò far accomodare quasi tutte le cravatte e le camicie del Wolfg., fino ad allora dovrà avere pazienza: perché la signora Theresia, la moglie del maggiordomo del conte Firmian, potrà renderci questo servizio quando saremo lì. Tutto gli diventa stretto e abbiamo tolto i fili di seta all`interno del suo anello di brillanti; è rimasta solo un po` di cera. Non per questo devi immaginartelo tanto alto, ma le membra si sono fatte più grosse e più forti. Voce per cantare non ne ha più: quella se n`è andata completamente; non ha né il registro basso né quello acuto e neanche 5 note pure. Questo fatto gli dispiace assai, perché non può cantare neanche le sue stesse composizioni, cosa che talvolta vorrebbe pur fare.
Il libro (la mia Violinschule) non è ancora arrivato a Bologna. Forse il sig. Brinsechi lo riceverà in una balla di tela? - - Informatene, porgendogli i miei omaggi, presso il sig. Hafner. Se fosse arrivato qui, avrei avuto il piacere di poterlo consegnare io stesso a P. Martino. Ora devo chiudere per non essere in ritardo.
Baciamo te e la Nannerl 1000 volte, e sono il tuo vecchio
L Mozart

Oggi le lettere non sono ancora arrivate dalla città, quindi non ho ancora alcuna tua missiva, spero che arrivino stasera.
Riveriamo tutti - entrambi.
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 205 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676