English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
Roma, 28 aprile
1770.
Il 25 ho scritto a Sua Grazia il Princ. e spero che la lettera sia arrivata puntualmente. footnote1 Dal sig. Eybeck non ho ancora visto nulla, sebbene già da 8 giorni abbia ricevuto la lettera di Sua Ecc. il Maggiordomo maggiore, in cui mi scrive che sperano io abbia già ricevuto la lettera dal sig. Eybeck. Ora puoi sempre scrivermi direttamente a Roma e il sig. Marcobruni mi inoltrerà puntualmente le lettere a Napoli. NB bisogna però aggiungere pr Mantova à Roma.
Fa ancora freddo, non come a Salisb., ma neanche così caldo come dovrebbe essere a Roma. Ci sono sempre venti freddi e nuvole scure; ma, non appena spunta il sole, l`aria si fa molto calda.
Siamo stati dalla Principeßa Barbarini, dove abbiamo incontrato il principe Xaveri di Sassonia e anche, di nuovo, il pretendente, ovvero il cosiddetto re d`Inghilterra e il cardinal Pallavicini, e, tra gli altri, un gentiluomo che ci conosceva dai tempi di Parigi. Oggi presso l`Ambaßadore di Malta abbiamo trovato un gentiluomo che avevamo conosciuto a Vienna, il legato svedese che ci ha visto a Londra e il conte von Wallerstein. Domani il Duca di Bracciano ci ha invitati a un`accademia del Duca d`Altems. Lunedì pranziamo dagli Agostiniani, dello stesso ordine di quelli di Salisb., e sarà presente anche il Generale. Martedì pranzeremo in una tenuta dove c`è un cavallino, che però è molto piccolo e mansueto.
Il 12 maggio, a Dio piacendo, partiremo con il Procaccio footnote2 per Napoli, dove ci siamo già fatti prenotare un alloggio. Da 2 settimane le strade per Napoli erano assai poco sicure e un commerciante è stato assassinato, ma da Roma hanno subito mandato gli Sbirri e i sanguinari soldati del papa, e siamo venuti a sapere che c`è già stato uno scontro in cui 5 Sbirri e 3 banditi sono rimasti uccisi, 4 banditi arrestati e i rimanenti dispersi. Ora però sono passati più vicino ai confini napoletani; e, se è vero che i banditi hanno assassinato un corriere napolet. che doveva andare in Spagna, Napoli compirà ogni sforzo per ripulire le strade. Non partirò da qui prima di essere certo che il viaggio è sicuro, e con il procaccio ci si trova in una compagnia numerosa. Recentemente, una notte mi è venuta una forte diarrea; la mattina dopo sono andato io stesso in farmacia e mi sono fatto fare un elisir di rabarbaro. Ora va meglio, e questa diarrea mi ha fatto molto bene. Il Wolfg. è, grazie a Dio, in buona salute, ha solo un po` di mal di denti da un lato, come di consueto.
A Roma alloggiamo nell`appartamento del corriere Steffano Uslenghi e, come ti ho scritto, in casa di persone molto buone, che esaudiscono ogni desiderio ci leggano negli occhi. Il signore è in viaggio per il Portogallo, quindi a casa ci sono solo la signora e sua figlia (come la Nannerl). Un bell`appartamento, una buona casa, e gente che ha una posizione. Cento e cento volte la signora si è augurata che tu e la Nannerl poteste venire. Mandano omaggi a entrambe voi, come anche il sig. Marcobruni. Presumo che il sig. Brinsechi di Bologna avrà ben scritto qualcosa di noi al sig. Hafner footnote3 (cui mandiamo i nostri rispetti). Porgi i nostri omaggi a tutti i buoni amici e alle amiche. Baciamo te e la Nannerl 1000 volte e sono il tuo vecchio Mzt.

AGGIUNTA DI MOZART:

Bacio mia sorella sulla guancia e la mano alla mama: non ho ancora visto scorpioni né ragni, nessuno ne parla e non se ne sente parlare. La mama riconoscerà pur la mia scrittura, me lo scriva subito, altrimenti ci metto sotto il mio nome.
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 181 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676