English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
À Madame / Madame Marie Anne Mozart / à / Salzbourg
Bologna, addì 24 Martij 1770

Oggi siamo giunti a Bologna noi, come anche la tua ultima lettera che abbiamo trovato alla posta; il sig. Troger infatti ce l`ha inviata lì insieme con alcune altre lettere che Sua Ecc. il conte Firmian ci ha fatto inoltrare. footnote1 Siamo, grazie a Dio, in buona salute, e viviamo nella speranza che Dio ci conservi così. Non ci tratterremo qui per più di 4 giorni: e anche a Firenze per 5 o 6 giorni. Quindi, con l`aiuto di Dio, saremo a Roma al più tardi il martedì o mercoledì della Settimana Santa, e assisteremo sicuramente alle Functiones del Giovedì santo etc. etc.
Da Parma ho scritto a Sua Ecc. il Maggiordomo maggiore, sia per ringraziarlo dei favori di cui abbiamo goduto in casa Firmian, sia per pregarlo di riferire a Sua Grazia il Princ. che il Wolfg. dovrebbe scrivere l`opera per Milano, cosa di cui gli chiediamo licenza. Oggi, con questa stessa posta, ho scritto da qui a Sua Grazia il Princ. presentandogli i miei rispettosi e umilissimi auguri per l`augusta elezione e chiedendogli, nel contempo, la licenza per l`opera. Informati subito se queste due lettere siano arrivate puntualmente, oppure no. footnote2 La Scrittura, ovvero il contratto scritto, è già stato fatto e scambiato fra le parti. Ora tutto dipende solo dalla licenza di Sua Grazia il Princ. Il contratto è stato stipulato in casa del conte Firmian, noi riceviamo 100 Cigliati e l`alloggio. L`opera sarà rappresentata per le festività natalizie. footnote3 I recitativi devono essere mandati a Milano in ottobre, e il 1° nov. dobbiamo essere a Milano perché il Wolfg. scriva le arie. La prima e la 2da Donna sono La Sgra Gabrielli e sua sorella. Il tenore è il Sgr. Ettore, ora il Cavaliere Ettore, perché appartiene a un certo ordine. Il primo huomo e gli altri non sono ancora definiti, può essere che canti Manzoli. La Sgra Gabrielli è nota in tutta Italia come una pazza incredibilmente arrogante, che, oltre a sperperare tutto il suo denaro, fa i più strampalati colpi di testa. La incontreremo lungo la strada per Roma o Napoli, lei viene da Palermo; e poi la onoreremo come una regina e la esalteremo fino alle stelle: è così che si riesce ad assicurarsi il favore del prossimo. A Parma la Sgra Guari, ovvero la cosiddetta Bastardina o Bastardella, ci ha invitato a pranzo e ci ha cantato 3 arie. Non potevo davvero credere che potesse arrivare fino al do Sopracuto: ma le orecchie mi hanno persuaso. I passaggi che il Wolfg. ha trascritto footnote4 erano nella sua aria, e lei li ha cantati sì con potenza minore rispetto alle note più gravi: ma con una tale bellezza, come il suono dell`ottavino in un organo. Insomma! I trilli e il resto li ha eseguiti come il Wolfg. li ha trascritti, proprio così, nota per nota. Oltre a ciò, ha un buon registro grave, fino al sol. Non è bella, ma di certo neppure brutta, talvolta le balena una luce selvaggia negli occhi, come alle persone che soffrono di convulsioni, e zoppica da un piede. Per il resto ha però un buon tratto, quindi un buon carattere e un buon nome. Sua Ecc. il conte Firmian ha donato al Wolfg. una tabacchiera profilata in oro e in cui vi erano 20 Cigliati.
A Mantova abbiamo visto l`esibizione dei funamboli con i cani, e li abbiamo visti di nuovo a Parma.
Ho sempre dimenticato di scrivere che il primo Uomo degli attori italiani che erano a Salisb. si trovava a Verona con il Seccatore. Ma io non ne sapevo niente. Sono arrivati nella nostra locanda footnote5 molto tardi, proprio la sera prima che partissimo da Verona, e proprio mentre stavo pagando il Cameriere. Il vecchio Seccatore, alla vista di un ducato salisb., lo ha preso in mano e ne ha baciato l`effigie footnote6 dicendo: Questo è mio padre, che ci ha concesso grandi favori etc. La Prima Donna, moglie del seccatore, è morta, e proprio a Verona.
Il sig. Troger ci ha scritto oggi di aver saputo da Marcobruni che il sig. Meisner è giunto a Roma. Speriamo quindi di incontrarlo là.
Codesto Abbate Marcobruni è quello che tu hai conosciuto bene quando studiava al collegio. Mi prenoterà un alloggio privato.
Questo è il luogo più costoso che abbiamo trovato finora in Italia. È vero che alloggiamo dal Pelegrino, la locanda migliore; ma abbiamo anche l`onore di pagare un ducato al giorno. Tutto è aumentato, tanto più che ora in città c`è assai più gente che negli anni passati. Solo di gesuiti ce ne saranno qui più di 1000, di quelli che sono stati scacciati. Statemi bene! Mi fa piacere che la Nannerl sia diligente. Non deve però cantare più di quanto ritenga giusto, ché non sia dannoso per il petto. I miei omaggi a tutti gli amici e le amiche. Vi baciamo entrambi milioni di volte. addio. Sono il tuo vecchio Mzt

Mi scrivi del sig. Wolf, ma nulla di Schwarzkopf footnote7
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 170 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676