English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
À Madame / Madame Marie Anne Mozart / à / Salzbourg
Milano, 17 feb. 1770.

Oggi ho puntualmente ricevuto la lettera del 9 feb. footnote1 Spero che tu e la Nannerl non abbiate più la tosse. Noi, grazie a Dio, siamo entrambi in buona salute. Credo proprio che l`inverno in Italia non sia tanto pericoloso come l`estate: ma speriamo che Dio ci preservi; e se non si manda in rovina la propria salute a forza di disordini, rimpinzandosi, sbevazzando all`eccesso etc., e per il resto non si hanno difetti costituzionali, allora non c`è nulla da temere. In ogni luogo, siamo nelle mani di Dio. Con il mangiare e il bere il Wolfg. non si farà alcun male. Sai che si modera da sé; e io ti posso assicurare di non averlo mai visto così attento alla propria salute come in questo paese. Quel che non gli pare buono lo lascia stare, e certi giorni mangia proprio poco; ed è paffuto e sano e sempre allegro e di buon umore. Ti scrivo questa lettera da casa del conte Firmian, dal maggiordomo Sgr. Don Ferdinando, nostro ottimo amico; proprio ora è arrivato il sarto con i nostri mantelli e le bautte che ci siamo dovuti far fare. Mentre li provavamo, mi sono visto allo specchio e mi sono detto: alla mia età devo ancora prendere parte a buffonerie come queste. Al Wolfg. dona in modo impareggiabile, e giacché abbiamo dovuto fare questa spesa folle, mi è di consolazione pensare che li potremo usare per ogni sorta di altre cose e, se non altro, come fodere, grembiali etc.
Domani le Loro Altezze il Duca e la Principessa di Modena (futura sposa dell`arciduca Ferdinand) verranno da Sua Ecc. il conte v. Firmian per ascoltare il Wolfg.; la sera ci recheremo en Masque alla serata di gala all`opera, footnote2 dopo la quale ci sarà il ballo e poi ritorneremo a casa con il maggiordomo e sua moglie. Venerdì prossimo vi sarà un`Accademia aperta a tutti: footnote3 vedremo che cosa ne ricaveremo. Non posso pertanto scriverti della nostra situazione, finché non saremo o partiti di qui o perlomeno pronti per il viaggio. Un gran ricavo, in Italia, non l`avremo: la vera soddisfazione consiste nel maggiore interesse, nella maggiore comprensione e nel fatto che gli italiani riconoscono quanto valga il Wolfg. Per il resto dobbiamo per lo più lasciarci compensare con l`ammirazione e i Bravo, ma ti devo anche dire che siamo stati accolti dappertutto con la più grande gentilezza e che in ogni occasione siamo stati invitati dalla più alta Nobleße.
Ora devo rispondere alla tua domanda. Il sig. Martin Knoller è qui a Milano. footnote4 Se il sig. Deibl vuole scrivere, deve solo aggiungere: in Casa di S. Ex. di C. di Firmian.
Ho ricevuto la lettera del sig. consigliere v. Mölk, footnote5 ma devo chiedere perdono a tutti questi signori che mi hanno scritto. Mi è impossibile rispondere loro, ché tu sai come va nei viaggi, soprattutto visto che sono signore, servo e tutto.
I 2 cannocchiali vanno bene e sono stati consegnati da molto – molto tempo. footnote6 Chi ha dunque tradotto questa gazzetta di Mantova? - -
Il Wolfg. bacia umil. le mani a Sua Ecc. la contessa v. Arco e la ringrazia del bacio che gli ha mandato, e che gli risulta assai più gradito di moltissimi baci giovani.
I miei rispetti a tutta Salisb. - - sono il tuo vecchio Mozart

Baciamo te e la Nannerl.

AGGIUNTA DI MOZART ALLA SORELLA:

Ci sono anch`io, eccomi qui per te: senti, Mariandel, mi rallegro proprio di tutto culo che tu ti sia così tremendamente - - divertita:
alla bambinaia, la Urscherl dal culo diaccio, di` che ho sempre pensato di averle restituito tutte le canzoni, footnote7 ma che, Qualora, preso dai miei importanti e alti pensieri, me le fossi portate dietro in Italia, non mancherò di inserirle nella lettera, sempre che le trovi: addio, bambini, statemi bene, alla mama bacio mille volte le mani e a te mando cento bacetti, ovvero baci con lo schiocco, sulla tua magnifica faccia da cavallo, per far il fine footnote8 resto il tuo ec.

AGGIUNTA DI LEOPOLD MOZART:

Non abbiamo preso nessuna cadenza. Sì, sì. Saranno rimaste nel Concerto! Troverai la partitura dei concerti nel mio armadio, in alto, dove ci sono le sinfonie, sono lì, sotto le copie delle sinfonie di Canabich. footnote9
Sicuramente canterai ancora di tanto in tanto? - -
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 161 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676