English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
À Madame / Madame Marie Anne / Mozart / à / Salzbourg / par Mantova / Insprugg.
Milano, 16 gennaio
1773


Sua Grazia il Princ. mi ha risposto assai graziosamente footnote1 e mi ha incaricato di portargli diverse cose. Mi sto giusto dando da fare per procurare tutto, e con la prossima posta ne farò il dovuto rapporto a Sua Grazia. Stiamo, grazie a Dio, in salute; e con la mia testa è andato sempre tutto bene, sennonché le 2 volte in cui ho suonato all`accademia dal sig. v. Mayer, footnote2 cui hanno preso parte solo tedeschi, ho notato che la testa mi s`infiammava, e il giorno dopo mi sono tornati l`intronamento e i soliti capogiri che mi venivano a Salisb. tutte le sere dopo i concerti. L`opera del Wolfg. è già stata rappresentata 17 volte e in tutto verrà allestita più di venti. Era stato sì stabilito che la 2a opera dovesse cominciare il 23 corrente, ma dato che la faccenda sta andando così bene che gli impreßarij, che all`inizio avevano previsto solo 500, ora hanno già più di 1000, la 2a opera andrà in Scena solo verso il 30. Devo scrivere poco e in fretta perché oggi ho altra corrispondenza da sbrigare. Riveriamo tutti i buoni amici e le amiche di casa e non, e sono il vecchio Le Mozt.

Mad.me e Mr d`Aste vi riveriscono, come anche il Sgr. Germani e Mad.me. Il sig. Misliwetschek bacia le virtuose mani della Nannerl, questo è ciò che si è raccomandato al Wolfg. di riferirvi. Saluti anche dalla Mademoiselle de Amicis e dalla sua piccola Sepperl. Ché è già sposata da più di 5 anni.
[ Riguardo alla nota faccenda ci sono poche speranze, Dio ci aiuterà ]. Cercate solo di [ risparmiare denaro ] e state [ bene: ché dobbiamo pur avere denaro, se vogliamo intraprendere un viaggio ]. Rimpiango [ ogni Kreuzer che spendiamo a Salisburgo ]. Finora non è ancora [arrivata alcuna risposta dal Granduca ], ma sappiamo dalla lettera del [ Conte, indirizzata al ] sig. Troger [ che da Firenze c`è poco da sperare ]. Ora spero solo che [ perlomeno ci raccomandi ]. footnote3 Stateci bene, dobbiamo uscire, la carrozza è già davanti alla porta.
Lo scritto confuso del sig. v. Hefner e v. Schiedenhofen, ai quali mandiamo omaggi, è sicuramente un non [s]ens. Di certo non mi ci romperò sopra la testa.

AGGIUNTA DI MOZART ALLA SORELLA:

Ho per il primo un homo dovuto mottetto fare, che domani presso Teatini i eseguito sarà. Bene statemi, pregovene. Addio. addio.
Mi di avere a i buoni e stammi il baciamano mama
dispiace non novità, omaggi tutti amici amiche. bene. mio alla
ti
bacio per e come tuo fratello mille volte e resto sempre
il fido Milano
Si prega di utilizzare il seguente riferimento quando viene citato questo sito:
Eisen, Cliff et al. Con le Parole di Mozart, Lettera 279 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Con le Parole di Mozart. Version 1.0, pubblicato da HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676