English  |  Deutsch  |  Italiano  |  Français
226. LEOPOLD MOZART AN PADRE GIOVANNI BATTISTA MARTINI, BOLOGNA

Milanno 2 gennaio 1771
Molto Revd:o P: Maestro
Pad:re Stim:smo

Augurando un felicissimo capo d`anno non manco di dare aviso, che la opera del mio figlio ha avuto un felicissimo incontro, non ostante la gran contraditione dei nemici e invidiosi, i quali avanti di avere veduti una sol nota havevano sparsi che sia una musica tedesca barbara, senza ordine e fondo, impossibile à esseguire dal orchestra, à tal segno, che faccevano dubitare la metá della Citá di milano, se avranno altro per la prima opera che un Centone. uno ha avuto l`habilità di portare alla prima Donna tutte le sue Arie, come ancora il Duetto, tutto della Compositione del Abbate Gasparini di Torrino, cio è le Arie fatte à torrino, con persuaderla di mettere queste Arie, e di non accettare nulla di questo Ragazzo, chi non sarà mai capace di scrivere un sola buona Aria . footnote1
Mà la prima Donna si dichiaró, di voler vedere prima le Arie del mio Figlio: e avendo le vedute si dichiaró contenta, anzi arcicontenta.
non ostante questo i maldicenti non finivano mai à spargere una cativissima presumptsione contra l`opera del mio figlio: mà la prima prova stromentale serrò à tal segno le bocche di questi crudeli e barbari maldicenti, che non si sentiva piu ne anche una parola. tutti i Professori del orchestro assicuravano che la opera sia facile à sonare, chiara ed aperta: e i Cantanti tutti si dichiaravano contenti. La prima opera in Milano ha ordinariamente la disgrazia, se non di andar à terra, almeno di aver pocco udienza, stante che tutto il mondo stá spettando la seconda. mà le sei Recite fatte fin`ora il theatro era sempre pienissimo, ed ogni sera si faceva replicare due Arie, con molto applauso fatto à la piu gran parte delle Altre. Cariss:mo Sigr: P: Maestro!
speriamo di sentire delle nove della di lei buona salute; non dubitando ancora di ricevere il promesso Miserere della di lei Virtuosissima Compositione, e quella Musica à 16.
il Sgr: Giuseppe Prinsechi non manchera di pagare la spesa della Copiatura, ed io non manchero, subito arrivato à casa, cio é verso Pasqua, di mandare tutto quello, che credo d`essere di aggradimento di Vostra Paternita. Il mio figlio baccia umil:te le mani ed io mi dichiaro unito con lui con tutta Veneratione e Stima di V: P:ta
devot:smo ed oblg:mo serv:re
Leopoldo Mozartmpa
Bitte benutzen Sie den folgenden Hinweis beim Zitieren dieser Webseite:
Eisen, Cliff et al. Mit Mozarts Worten, Brief 226 <http://letters.mozartways.com>. Version 1.0, herausgegeben von HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.
Mit Mozarts Worten. Version 1.0, herausgegeben von HRI Online, 2011. ISBN 9780955787676.